Andiamo a vedere cosa è il cavolo romanesco e le sue caratteristiche. In realtà non di un cavolo si tratta bensì di un broccolo, riconoscibile per la caratteristica palla compatta costituita da piccole rosette appuntite giallo-verdognole geometricamente perfette.

Coltivato da secoli nelle campagne romane  il cavolo romanesco ha il sapore dolce ed è presente in numerose ricette popolari, come la zuppa di broccoli e arzilla.

Ora andiamo a vedere come il cavolo romanesco può essere usato in cucina. In cucina il cavolo romanesco può essere ben apprezzato crudo  oppure ripassato in padella. Buonissimo anche fritto in padella, anche se il vostro fegato potrebbe risentirne!